IL TUO SITO NON E’ RESPONSIVE? NON E’ OTTIMIZZATO PER I DISPOSITIVI MOBILI? GOOGLE TI PENALIZZA!

Standard

mobile-geddon-reposnivie_design_lugano

IL TUO SITO WEB NON E' A MISURA DI SMARTPHONE? DEVI INTERVENIRE SUBITO!

Se ne è parlato tanto e poi, il 21 Aprile 2015 è arrivato!  E’ l’algoritmo di Google annunciato già nel mese di febbraio, che ha portato alla Mobile Geddon, una vera e propria rivoluzione (mobile-armageddon), che favorisce i siti mobile friendly e penalizza quelli che non sono ottimizzati per smartphone, tablet e tutti i dispositivi mobili. Sebbene Google abbia dichiarato che il nuovo algoritmo sarà applicato solo alle ricerche effettuate con i dispositivi mobili, resta da vedere se nei prossimi mesi ci saranno dei cambiamenti anche nelle versioni desktop.

Google ci ha abituati a continui cambiamenti dell’algoritmo con cui indicizza i siti web: Panda, Penguin e Pigeon sono solo alcune di queste revisioni. Ogni modifica ha cambiato sensibilmente il modo con cui il motore di ricerca genera la SERP (le pagine con i risultati di ricerca).
Nel caso della MobileGeddon la rivoluzione è più profonda e porta il web ad essere sempre più vicino ai dettami di Google: un web a misura di smartphone appunto mobile friendly.
È evidente quanto l’uso di internet su device sia in aumento. L’accesso quotidiano a internet da smartphone è soggetto ad una incontrollabile ascesa: come registra Business Insider, il 60% del traffico web negli USA è generato da smatphone e tablet; secondo l’Osservatorio del Politecnico di Torino, in Italia gli acquisti tramite e-commerce nel 2015 saranno per il 25% effettuati tramite mobile.
Quindi, è naturale che il web abbia bisogno di un “incentivo” ad adeguarsi alle nuove tecnologie e alle dimensioni ridotte dei dispositivi; solo che per molti, questa novità sembra una vera e propria imposizione, in quanto forza la Rete ad adeguarsi al modello di dettato da Google

NON AVETE UN SITO RESPONSIVE OTTIMIZZATO PER I DISPOSITIVI MOBILI?

Gli effetti si faranno sentire fin da subito! Se avete basato il vostro business proprio sul web, purtroppo vedrete scendere drasticamente il rank nella SERP di Google.
In sostanza, sono penalizzati quei siti che fanno uso di software esterni per visualizzare i contenuti (vedi Flash e Silverlight), che richiedono di zoomare per poter leggere il testo o che non adattano il layout alla dimensione dello schermo (distinguendo adeguatamente la pubblicità dai contenuti).

COME INTERVENIRE?
Ecco alcuni suggerimenti per evitare la penalizzazione:
Se hai creato il tuo sito o blog con i consueti CMS come Joomla o WordPress, accertati di aver utilizzato un template responsive, ovvero che si adatti in base alla dimensione dello schermo. Se non lo fosse, valuta di sostituirlo o di aggiornarlo con uno più adeguato.
Dimentica Flash (finalmente – “morto” da tempo). Se hai una splash page, delle animazioni o dei contenuti realizzati in Flash o Silverlight, controlla che sia disponibile una versione sostitutiva in HTML. Questi formati, infatti, non sono supportati da quasi nessun dispositivo mobile in commercio.

…ANCHE GOOGLE TI VIENE IN AIUTO
Google ha messo a disposizione le linee guida con cui definisce un sito mobile friendly e ha un’intera sezione dedicata allo sviluppo di mobile-sites. (Fonte notizia)

DESIDERI UNA CONSULENZA PER SAPERNE DI PIU’? DEVI CREARE UN NUOVO SITO PER LA TUA AZIENDA? Puoi compilare il form e ti contatteremo