“Fare” business con Instagram

Standard

INSTAGRAM, nel frenetico mondo dei social network, è l’ultimo nato, ma ha conquistato subito gli utenti per la possibilità di postare foto e immagini, modificate o meno da appositi filtri e condividerle mediante degli hashtag.

Un social di assoluto e indiscusso successo che ha messo non poco in difficoltà i competitor Facebook e Twitter, tanto che, è ormai storia nota, Mark Zuckerberg ha deciso di acquisirlo. Per tenere la app al passo con i tempi, sono stati effettuati vari aggiornamenti, come l’aggiunta dei video, le famose Instagram Stories, potenziato i filtri e quant’altro e la maggior parte degli utenti iscritti lo utilizza per tenersi in contatto con il web.

Ma come è possibile fare business con un social di fotografie virtuali ? Ci sono degli step fondamentali da osservare, ad esempio aumentare i follower, scegliere i contenuti giusti e studiare i famigerati hashtag.

I followers

E’ vero che per aumentare i followers è necessario comprarli? Beh, inizialmente sì. Si tratta di un investimento mirato a far crescere la propria brand awarness e aumentare visulaizzazioni e likes. Ogni tanto bisogna investire per diventare ricchi!

Attenzione! E’ solo l’inizio. Per mantenere vivo l’interesse ed acquisire Mi Piace e incominciare a incrementare le proprie probabilità di guadagno, curando la foto del profilo, il testo della propria bio e il link. Perchè un link? Il motivo è semplice: Instagram è su Internet e oltre alla ricerca diretta sul social, alcune persone possono essere trovate tramite i motori di ricerca. Un link che suggersico è quello al proprio profilo o alla propria pagina facebook.

Le immagini

Fondamentale è scegliere un tema e cercare di mantenerlo soprattutto attraverso le immagini. Alcune ricerche hanno dimostrato che i profili con più click e follower postano foto luminose (non scure o fluo), con un solo colore dominante a bassa saturazione (specialmente il blu, pochissimo il rosso). Molte agenzie di viaggio utilizzano questo sistema e, incredibilmente, riescono a creare foto originali e distintive. Ma anche girare brevi video di vita quotidiana, o di presentazione dei prodotti, o semplicemente raccontando qualcosa di sé può far piovere Mi Piace, seguendo sempre queste dritte. Non c’è nulla di peggio di un filmato breve con immagini scure o con troppi colori molto appariscenti.(Fonte)

Gli hashtag

Esistono tre categorie di hashtag: piccoli, medi e grandi. Sono le parole chiave che utilizza il social per premiare le immagini più originali mettendole in evidenza. In base al numero di follower, si possono scegliere fino a 10 hashtag grandi, fino a 10 hashtag medi e fino a 10 hashtag piccoli. Attenzione, però che siano formati da una sola parola e che siano scritti nella lingua più consona al vostro scopo, al vostro target.

Cercate sempre di ampliare il vostro pubblico, seguendo profili che si collegano al vostro per interessi e obiettivi e non dimenticate di mettere il vostro Like!