Vini naturali, selezione, degustazione, condivisione

Standard

di Maria Rosaria Iglio

Ho avuto l’opportunità di seguire la nascita di una nuova realtà del settore vino e degustazione, una realtà che ha scelto di distinguersi per un approccio del tutto innovativo e alternativo ad un mondo fino ad oggi troppo legato alle etichette e ai clichè.

EcoPub---2016.04Vini Artigiani, questo è il suo nome, non è la prima azienda che di questi tempi sceglie anticonformismo e sostenibilità come criteri prioritari nella selezione e proposta della propria “vetrina” e dei propri servizi.
Ho scoperto con piacere che è in atto una vera e propria rivoluzione nel settore, che vede da un lato la necessità sempre più impellente di valorizzare i prodotti naturali e che dall’altro trova un nuovo pubblico di estimatori e seguaci interessati più alla qualità dei processi di produzione che al “prestigio” dell’etichetta.
Una vera sfida? Difficle comunicare online e parlare di vini artigianali, biologici, biodinamici e naturali?
Niente affatto! Nel web e nei social è molto più facile trovare il proprio pubblico e i propri clienti! La targetizzazione è più semplice.

PROVA_01E’ così che ho accettato la proposta del sommelier e personal wine shopper Alessandro Moretti, titolare di Vini Artigiani, e insieme, abbiamo sviluppato un piano di comunicazione che partisse proprio dal web: sito e social!
Oggi Vini Artigiani è già presente su Instagram, Pinterest, Facebook, LinkedIn, G+ e Google My Business e YouTube e per ogni social abbiamo pensato a strategie di marketing adeguate, sfruttandone per ciascuno  le specifiche caratteristiche e funzionalità. Abbiamo affidato la parte della considivisione più emozionale a Instagram Facebook e Youtube, metre gli altri social ci aiutano a sostenere la comunicazione istituzionale e professionale. Il vero jolly è il blog di Alessandro Moretti, nel quale verranno postati articoli di settore in lingua italiana e inglese.

Ale VinoAlessandro Moretti
è un sommelier anticonformista che ha la capacità di  farvi “innamorare” del vino attraverso percorsi che trascendono le tradizionali e scontate dinamiche: presenta e seleziona vini il cui valore è dato da quel percorso di produzione sostenibile e sana che evita il più possibile intromissioni da parte dell’uomo.
Ho creato Vini Artigiani per proporre il vino, come prodotto artigiano, in quanto materia viva che nell’evoluzione dalla vigna alla tavola trova nell’uomo una fondamentale guida, un educatore, un interprete ed un coautore. Non mi interessano i vini da concorso, i vini monumento o i vini fatti per bastare a se stessi. Vedo il vino come massima espressione della natura che prende forma grazie alla mano dell’uomo, vignaiolo e vinificatore.” (Alesandro Moretti)

Per questo, tra i prodotti che Alessandro Moretti propone online o negli eventi di degustazione troverete sempre una importante ed esclusiva selezione di vini biologici, vini biodinamici e vini naturali.
Si tratta di quei vini che non rappresentano una moda o un capriccio, ma l’unico futuro possibile, dove la qualità del vino è data dalla provenienza da vigne ed ambienti sempre più sani.

I servizi di Vini Artigiani
L’azienda riveste il ruolo di anello di congiunzione tra viticoltore e cliente finale: interlocutore per i vignaioli, consulente per gli amanti del “buon bere”. In entrambi i casi privilegia una modalità di approccio informale e personalizzata, che valorizza vini selezionati per la loro autenticità e accompagna in un “percorso enologico conoscitivo” chi coltiva la passione e il piacere del bere.

Cosa può fare in concreto Vini Artigiani?
Organizzare degustazioni a domicilio o in locali slezionati (anche in lingua inglese), proporvi delle autentiche novità come i Bio Pic Nic o i Bio Apero, promuovere eventi aziendali. (scopri di più)
Una menzione particolare la meritano i corsi di degustazione emozionale, utili per imparare ad apprezzare il vino al di fuori dai soliti schemi rigidi e peconfezionati
Con la degustazione emozionale andremo oltre la valutazione, il giudizio o l’esame del vino, non daremo punteggi, ma degustazione come racconto del vino e strumento di incontro armonioso con il vino e conoscenza di noi stessi.” (Alessandro Moretti)

Ebbene, da appassionata di strategie social e da fan della “condivisione emozionale”, aggiungo che ogni business non può prescindere dall’attività di condivisione online, ma che questa verità è ancora più “vera” (scusate il gioco di parole) quando lo scopo aziendale è proprio quello di accendere l’emozione.