Hai una fanpage ma non funziona? Hai bisogno di un social strategist

Standard

fanpage_lugano I social network sono frequentati quotidianamente da milioni di persone: un bacino enorme di potenziali clienti, con grandi opportunità di crescita per le aziende in grado di coglierle. I social network possono essere utilizzati per: Farsi conoscere da nuovi clienti Comunicare eventi e promozioni Comprendere veramente cosa desiderano i vostri utenti Una strategia di comunicazione efficace deve necessariamente valutare una presenza coordinata sui Social Network più appropriati. Le aziende che non prendono parte a tale processo rischiano di perdere occasioni importanti, a favore di concorrenti più veloci ed intraprendenti. Prendendo per ora in considerazione esclusivamente Facebook possiamo dire che: può essere una fonte di traffico rilevante, una presenza su tale piattaforma genera un flusso di traffico costante, ed una pagina attiva e progettata in modo adeguato può portare ad una notevole partecipazione da parte degli utenti. Va fatta però una considerazione: per le aziende di piccole e medie dimensioni o per le attività commerciali è difficile occuparsi del proprio business e al tempo stesso mettere a punto una strategia di social e web marketing, seguendola poi con costanza e coerenza. Il piu’ delle volte, inoltre, non dispongono affato di un ufficio marketing dedicato e competente rispetto alle nuove tecniche di social e web strategy. Ecco che assistiamo al pullulare di account social aziendali “fantasma”, nascono e muoiono il giorno stesso della loro creazione. Tempo sprecato e soprattutto un impatto negativo, per chi approda su tali pagine… Che fare? Esistono i professionisti del settore, i cui servizi sarnno al tempo stesso performanti ed economici, rispetto a quanto normalmente un’azienda investe per pubblicità offline… Il social strategist è un professionista che sa come costruire una strategia di comunicazione attraverso i vari social, blog e altre piattaforme online: individua il giusto mediamix idoneo a far parlare di un brand, a creare interazione ed engagement. La creazione di contenuti, siano essi di testo o visuali, è un’attività che richiede competenze specifiche: scrittura per il web, viralità, parole chiave  e soprattutto conoscenza del target audience. Per saperne di piu’ clicca qui e contattaci. Compila il form e riceverai nostre notizie.

Content marketing? Non sempre è facile trovare l’ispirazione?

Standard

Ecco che ci viene in aiuto il web!

agenzia_pubblicità_lugano

La creazione di contenuti non è una “passeggiata”, perchè non è così scontato e automatico che un contenuto, in quanto tale produca interesse. Nè è così scontato che un contenuto sia sempre di qualità e questo soprattutto quando sono i nostri clienti che, dopo una fase di formazione e affiancamento, devono procedere da soli nella redazione.
Il tormentone per tutti è sempre lo stesso: ” il contenuto deve essere di qualità”. Qui possiamo davvero sbizzarrirci in mille interpretazioni e suggerimenti, tutti sicuramenti validi.
Se devo dare una mia definizione di contenuto di qualità  direi che: “una narrazione (perchè di questo si tratta) sarà efficace quando metterà in equilibrio tutti gli elementi adatti a costruire delle vere e proprie storie, dei contenuti di sostanza che muovano interesse e interazione.”
Ma quanto è difficile!
Ecco che un aiuto lo troviamo proprio nel web, nel nostro campo di battaglia.
Esistono strumenti online che possono darci una sorta di “ricarica”, che ci rigenerano quando siamo a corto di idee, ma
attenzione, non possiamo affidarci a loro passivamente in attesa di un  miracolo: dobbiamo sempre mettere in gioco
creatività, disciplina, conoscenza e coerenza, evitando di incappare in qualche imbarazzante gaffe!
blocco4
Vi suggerisco quelli che, onestamente conosco meglio e che mi è capitato di utilizzare, ma se volete consocere la top list dovete consultare l’esaustivo articolo di Christopher Ratcliff pubblicato su Econsultancy, ne troverete ben diciassette, descritti nei minimi dettagli.
Portent’s Content Idea Generator
Direi che è proprio il tool per lo “sblocco” dello scrittore. Munito di un’interfaccia semplice con un percorso al box in cui
digitare una o più parole chiave relative all’argomento che dovremo trattare. Molto facile!
Hubspot’s blog topic generator
Anche qui è sufficiente inserire nelle apposite caselle i termini per i quali si sta cercando ispirazione. E’ considerato
il miglior generatore di titoli.
Google Trends: Hot Searches
Intuibile dal nome: capiamo subito che è uno strumento mirato a mettere in evidenza gli argomenti di maggior tendenza. Basterà selezionare lo strumento di riferimento per il nostro paese o per quello che ci interessa.
Content Marketing Ideas Generator
Lo consocete sicuramente. Affascina per il suo sistema di lavoro: utilizza una vera e propria tavola periodica, riscritta
per il content marketing e suggerisce idee sulla base delle indicazioni che vorremo dare in relazione al target audience agli argomenti inseriti.
The Readability Test Tool
Offre la possibilità di valutare o meglio di testare la leggibilità di un testo, valutandola con un sistema di barre che
ne indicano il livello. Barra rossa? Abbiamo sbagliato qualcosa!.  🙂

Let’s make the unreadable readable!

Come sarebbe Facebook senza il suo news feed?

Standard

capelli-donna-spavento_550x574-e1337337779360Senza il suo algoritmo Facebook andrebbe, per così dire, all’inferno…Oh my God!
Di cosa sto parlando?
Il News Feed di Facebook è lo “strumento” che permette di mostrare ai destinatari giusti, nel momento più opportuno, i nostri contenuti, così che chi è realmente interessato a quell’argomento non lo perda nel delirio degli infiniti contenuti che affollano le nostre bacheche.  Ognuno di noi, secondo l’intento di Facebook, dovrebbe quindi ricevere i post che sono di suo interesse, nell’ordine in cui desidererebbe leggerli. In base alle storie che riceviamo dai nostri amici, dalle persone e dalle pagine che seguiamo siamo potenzialmente esposti a circa 1500 contenuti al giorno, ma soltanto il 20% di essi finisce nel nostro feed. (fonte di approfondimento).

Facebook-Newsfeed-blog-v2

Ebbene, poniamoci nuovamente la domanda:” come sarebbe facebook senza il suo algoritmo? Molto differente sicuramente, ma quello che piu’ conta è chiederesi: “Cambierebbe in meglio?”

Aaron Lee sul blog Post Planner ci dà una risposta molto esaustiva. “L’algoritmo migliora l’esperienza dell’utente medio di Facebook, perchè senza, ci troveremmo di fronte a “devastanti esperienze”.

Pensate di guadagnare piu’ fans? Niente affatto, anzi: i vostri messaggi e contenuti scompariranno prima ancora che i vostri fans abbiano avuto la possibilità di vederli. Perderete così numerose occasioni di interazione e condivisione da parte loro.

Ma non è tutto qui:

  1. perderete importanti aggiornamenti dai vostri amici, perchè ci sono troppe notizie e contenuti inutili che affollano la vostra bacheca. Il news feed aiuta proprio a non perdere gli aggiornamenti effettivamente importanti per voi.
  2. pensate di ottenere più likes? Nemmeno questo purtroppo. Senza news feed i post sarebbero così tanti che i vostri fans o amici non avrebbero il tempo di vederli tutti, compresi i vostri, naturalmente. Tutto passerà molto velocemente, troppo velocemente, sotto i loro occhi. Perderete molte occasioni di interazione proprio con chi potrebbe essere effettivamente interessato alle vostre storie. In poche parole l’effetto “engagement, andrebbe a picco!
  3. una serie di post irrilevanti e inutili cominceranno ad apparire nella vostra bacheca. Sarete obbligati a visualizzare messaggi e contenuti di amici o brand che avete sempre volutamente ignorato.
  4. aumento dello spam. I brands non avrebbero limitazioni nel far pervenire con insistenza i loro messaggi. “spammerebbero” facebook dozzine e dozzine di volte .

Insomma è proprio il caso di dire che facebook diventerebbe un social noioso, poco accativante, perchè distante dai nostri interessi e poco efficace dal punto di vista del business (per chi lo utilizza a tale scopo) . Saremmo subito alla ricerca di  un altro social per sostituirlo!

E per dirla con Aaron Lee:   Sveglia gente! Senza il news feed algorithm, il nostro social network preferito si trasformerebbe in un vero e proprio incubo!

Studio Logos in Progress Lugano – Agenzia di pubblicità o di comunicazione? Web agency è la definizione esatta

Standard

agenzia_pubblicità_lugano“Di cosa ti occupi?”, è la domanda cui più difficilmente riesco a rispondere.
Tutte le definizioni tecniche che possono definire il nostro business e il nostro lavoro sono il piu’ delle volte
comprensibili solo agli addetti ai lavori: questo non aiuta nell’acquisizione clienti.
Se devo acquistare una casa, mi rivolgo a un’agenzia immobiliare,se poi devo arredarla contatterò un rivenditore di mobili
e interior design e così via.
Ma se devo “fare pubblicità” alla mia azienda o ai miei prodotti? Rivolgiti a un’agenzia di pubblicità direste voi!
Ebbene non è così semplice: ci troveremmo subito in una giungla, in cui non è così facile districarsi
Pare che tutti possano fornirti il servizio:
gestori di spazi pubblicitari (su stampa-tv e online)
allestitori di fiere
tipografi e fornitori di supporti per manifesti e locandine
e poi tutti in fila, grafici, art director, web designer, formatori (sì anche loro) e così via…

continua a leggere (http://goo.gl/lgbHT3)